Disturbi d'ansia a Firenze

L'ansia è un emozione di base, che prepara e attiva l'organismo a fronteggiare situazioni che potrebbero essere pericolose.
Quando l'attivazione del sistema d'ansia è eccessiva, ingiustificata, o sproporzionata rispetto alla situazione, siamo di fronte ad un disturbo d'ansia, che può complicare la vita di una persona e renderla incapace di affrontare anche le più comuni situazioni.

Il disturbo d'ansia può presentarsi da solo o come sintomo di altri disturbi psicologici.

Le manifestazioni ansiose si esprimono sia a livello emotivo con apprensione, preoccupazione, insicurezza, anticipazione di eventi negativi, che a livello somatico con aumento del battito cardiaco, sudorazione, spasmi muscolari, tremori, vertigini, senso di soffocamento e costrizione toracica.

I disturbi d'ansia più conosciuti sono:

FOBIA: paura estrema e non razionale nei confronti di situazioni e oggetti che non sono in realtà pericolosi.
Sono paure irrazionali intense e persistenti rivolte a oggetti e situazioni particolari che fanno parte della vita di tutti i giorni.

ATTACCHI dI PANICO: improvviso presentarsi di un senso di paura e terrore, senza alcun motivo particolare o apparente, durante il normale svolgimento delle attività quotidiane con episodi brevi e improvvisi di ansia e terrore caratterizzati da sensazione di soffocamento, dolore al petto, sudorazione, nausea, palpitazioni, paura di morire.
La maggior parte degli attacchi di panico raggiungono la loro intensità entro i 10 minuti.
A seguito del primo attacco è presente poi ansia anticipatoria.

DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO: le ossessioni sono idee fisse, irrazionali che si presentano ripetutamente nella mente della persona.
Le compulsioni sono rituali, gesti ripetitivi che una persona non può fare a meno di non compiere.
Lo scopo è quello di alleviare l'ansia e prevenire situazioni temute.
Le compulsioni producono un sollievo che è solo momentaneo e non portano né soddisfazione né realizzazione.

DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS: si sviluppa in seguito all'esposizione di un evento stressante e traumatico che la persona ha vissuto direttamente o al quale ha assistito e che ha implicato una minaccia all'integrità propria o di altri.
La risposta della persona all'evento comporta paura intensa e senso d'impotenza e orrore.
È caratterizzato dal continuo rivivere la situazione traumatica con immagini pensieri, percezioni, incubi notturni.
È inoltre presente un evitamento persistente degli stimoli associati all'evento con un diminuito interesse per gli altri, senso di distacco, estraneità.
Segue uno stato d'iper-attivazione persistente, difficoltà ad addormentarsi, a mantenere il sonno, a concentrarsi.

DISTURBO D'ANSIA GENERALIZZATO: stato permanente di allarme senza che vi sia un reale pericolo che succedano cose negative.
Ciò compromette la qualità di vita delle persone che vivono in uno stato di tensione e preoccupazione continuo e generalizzata, senza un motivo esterno che la giustifichi.
È possibile rilevare una sintomatologia sia a livello fisico con tachicardia, alterazione della pressione sanguigna, sudorazione, tremore, acidità di stomaco, problemi respiratori, crampi all'addome.
A livello psicologico è possibile rilevare alterazioni del sonno, paura, irrequietezza, facile affaticamento, difficoltà di concentrazione, vuoti mentali.


Intervento psicologico nei disturbi d'Ansia

A seguito di una prima fase di tipo conoscitivo esplorativo, viene fatta una valutazione sintomatologica e di funzionamento globale.

Con specifiche strategie di colloquio, vengono individuati i meccanismi, le modalità di pensiero e di comportamento che concorrono al mantenimento della sintomatologia, per ristabilire il normale funzionamento dell'organismo.

L'intervento psicologico è una modalità d'intervento che lavora sul qui e ora, individuando i meccanismi presenti che determinano il presentarsi della sintomatologia ansiosa.

Contribuiscono come valido supporto, l'apprendimento di esercizi di rilassamento, tramite la concentrazione sul respiro e il percorso di consapevolezza.