DOTT.SSA MARIKA NUTI

Self Talk

Condividi su: Facebook Twitter



Mindfulness e dialogo interno: un aiuto concreto per cambiare il rapporto con noi stessi e ritrovare il benessere!

  • che cos’è
  • riconoscerlo attraverso la Mindfulness 
  • cambiare la relazione con noi stessi 
  • ritrovare il benessere

Che cos’è il Self Talk?

Quando parliamo di Self Talk parliamo di dialogo interno, ovvero quel parlare ininterrottamente fra sè e sè, che ciascuno di noi più o meno consapevolmente mette in atto durante la giornata. Possiamo considerarlo come una rappresentazione uditiva interna che è indipendente dalla volontà cosciente.

Il dialogo interno è una modalità di pensiero che non porta ad elaborare strategie o soluzioni, non è una modalità di pensiero analitico nè intuitivo o logico. Questa forma di pensiero tiene la mente rivolta verso il passato con recriminazioni, verso il futuro con preoccupazioni, raccontandoci storie “spietate” su di noi, spesso è una voce giudicante ed esigente che ci fa sentire inadeguati e privi di risorse, insicuri.

Questo processo di pensiero non si arresta mai, la mente sforna pensieri e ci racconta storie a getto continuo, di alcuni iniziamo ad esserne consapevoli, altri rimangono sotto traccia. Spesso ciò che ne riceviamo sono sensazioni di chiusura, tremori, blocchi, confusione, fastidio, paura, frustrazione e non ne comprendiamo bene il motivo. Tutto questo influenza non solo il nostro stato d’animo, anche le nostre azioni e comportamenti. Se ci fermiamo e poniamo attenzione a quello che stiamo pensando è possibile notare un chiacchiericcio fatto di voci, pensieri, preoccupazioni che si sovrappongono.

Riconoscere il dialogo interno attraverso la Mindfulness

Attraverso una costante pratica di Mindfulness è possibile via via iniziare a riconoscere questa radio che non si spenge mai ed è proprio su questo che creiamo le nostre credenze, convinzioni, immagini sprezzanti e svalutanti di noi stessi, condizionando sia il nostro pensiero che il nostro comportamento. 

Il riconoscimento è un passo importante in quanto ci apre la via per poter gestire questo flusso continuo di pensieri senza doverci credere ciecamente.

La Mindfulness contribuisce  a questo processo di riconoscimento aiutandoci a disidentificarci dai pensieri e a riconoscere questi pensieri come pensieri non come realtà. Attraverso la Mindfulness diventiamo via via più consapevoli del modo in cui lavora la mente, ed è proprio grazie  a questa familiarità che possiamo iniziare il processo di disidentificazione. L’aspetto fondamentale è imparare ad entrare in relazione con il dialogo interno, riconoscerlo e promuovere una nuova modalità di relazionarsi con noi stessi.

Cambiare la relazione con noi stessi

Riconoscere il dialogo interno e disidentificarsi ci porta ad entrare in relazione con questo mondo interno in un modo nuovo, diverso e a cambiare la relazione con noi stessi e con gli altri.

Intrattenere un dialogo interno prevalentemente negativo ha un grande condizionamento non solo sulla psiche, anche sul corpo producendo blocchi, tensioni, irrigidimenti arrivando ad influenzare, alterandole, alcune funzioni del corpo come il ciclo sonno veglia e la digestione. Possiamo iniziare a prenderci cura di noi momento dopo momento,  iniziando a relazionarsi a noi stessi in un modo diverso, attraverso un dialogo interno maggiormente “amichevole” che sia di supporto e sostegno, scoprendoci, scegliendo per ciò che vogliamo e sentiamo sia nutriente per noi.

Ritrovare il benessere

Durante il percorso ti aiuterò passo dopo passo ha sciogliere le trame del labirinto del dialogo interno, cambiando il modo di entrare in relazione con te, con i tuoi obiettivi, con gli altri, potendo fare esperienza di nuove modalità di comportamento e vivere pienamente, scegliendo la soddisfazione e il piacere, per un cambiamento che nasce proprio da te!






http://www.toninocantelmi.it/userfiles/modelli-per-la-mente-1-2014/3_Toro%20-%20Serafinelli.pdf